Tizzano. Anteprima del Novecento

Il 2 aprile è stata inaugurata la mostra sull’importante scultore Giovanni Tizzano, un evento creato negli ambienti del Complesso di San Domenico Maggiore, che va ad arricchire la proposta espositiva della mostra “Il Bello o il Vero”.

Tizzano iniziò la sua carriera giovanissimo all’interno della fonderia Chiurazzi. Si mise in luce nel 1928, partecipando alla XVI Biennale Internazionale d’Arte di Venezia. Quel momento segnò l’inizio di una lunga carriera a livello nazionale.

Le sue opere si ispano a modelli reali e all’archeologia classica reinterpretata secondo una visione legata al Primitivismo intellettuale.

La collezione si conserva ancora intatta e in parte inedita, quella che viene presentata al grande pubblico, quindi, è un’occasione unica per poter ammirare per la prima volta un corpus di opere di un artista, purtroppo dimenticato dalla storiografia artistica del Novecento.

Il Bello o il Vero è un dimostratore del progetto SNECS (Social Network delle Entità dei Centri Storici)
Finanziamento PON03PE_00163_1
Smiley face
Smiley face